Home Impianti Termici A cosa serve il Computo Metrico Estimativo?

A cosa serve il Computo Metrico Estimativo?

19
0

Il computo metrico estimativo è un documento, integrante del contratto stipulato tra il committente delle opere e l’impresa esecutrice; è in grado di stimare con perfezione il costo totale delle lavorazioni necessarie all’esecuzione di un progetto di ristrutturazione, nuova costruzione o restauro.

E’ composto da quattro parti:

  • Una descrizione articolata per ogni singola lavorazione che dettaglia con precisione i materiali usati (marca, modello di infissi, sanitari, piastrelle e caldaie oppure impianti di condizionamento); l’unità di misura per effettuare il calcolo; posa in opera o modalità di esecuzione  e le operazioni complementari
  • prezzo unitario di ogni singola lavorazione;
  • quantità totale di ciascuna lavorazione;
  • prezzo totale (tra il prezzo unitario e la rispettiva quantità).

Il computo metrico abitualmente viene diviso in capitoli inerenti a gruppi di opere omogenee oppure che sono collegate tra loro, che possono variare in merito alla tipologia dell’intervento e alla complessità del lavoro

Per quanto concerne per esempio la costruzione di una casa indipendente, si possono avere: opere murarie, solai e copertura, rivestimenti e pavimenti, impianto idraulico, impianto elettrico impianto di riscaldamento, opere di sistemazione esterna, intonaci e tinteggiature.

Ogni voce, all’interno di ciascun capitolo, correlativa alla singola lavorazione, è definita da un codice univoco composto dalla mescolanza di numeri e/o lettere.

Cambiano in base alla tipologia delle opere anche i sistemi di misurazione . I più utilizzati sono due: a misura, che considera le quantità effettivamente realizzate di rivestimenti , pavimenti isolamenti termici, tinteggiature ecc, e a corpo, che fa riferimento a un’opera completa montaggio della caldaia o impianto elettrico

Le unità di misura che spesso vengono utilizzate sono:

  • metri cubi per gli scavi e movimenti di terra, le murature con spessore superiore a 30 centimetri, le fondazioni, le demolizioni di edifici interi, i getti di cemento armato, le coperture in legno, le coperture in legno;
  • metri quadrati per rivestimenti e pavimenti, verniciature, isolamenti, guaine di impermeabilizzazioni… ecc.
  • metri lineari per le ringhiere, le fognature, grondaie e pluviali
  • parti uguali cadauno  prodotti finiti come interruttori e punti luce, sanitari, finestre, porte, fosse biologiche, ecc…
  • le ore di lavoro per le opere in economia non preventivabili prima dell’avvio dei lavori.

Una tecnologia sempre più all’avanguardia può tranquillamente di coprire parecchi campi, agevolando il calcolo del computo metrico che ad oggi avviene mediante l’utilizzo di un software attraverso il supporto telematico. Le aziende che avviano i lavori di ristrutturazione o  realizzazione  edilizia, possono aggiornare le informazioni in tempo reale.Il software è composto da una tabella che contiene i seguenti dati:

-unità di misura

-designazione dei lavori

-quantità, parti uguali

.dimensioni

-importo totale

-importo unitario

a cura della Redazione

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.