Home Impianti Termici Canna fumaria sulla facciata: la lesione del decoro la valuta il giudice...

Canna fumaria sulla facciata: la lesione del decoro la valuta il giudice di volta in volta

51
0

La valutazione dell’impatto sul decoro architettonico della realizzanda canna fumaria spetta al giudice di merito ed è insindacabile in sede di legittimità.

L’installazione di una canna fumaria in condominio è spesso fonte di diatribe e problemi che, frequentemente, sfociano in un contenzioso giudiziale. La questione è sempre la medesima: la canna fumaria sulla facciata dell’edificio lede il decoro architettonico del fabbricato? Se sì, chi effettua questa valutazione?

Su detti quesiti si è soffermata la Cassazione con sentenza 25790 del 13 novembre 2020. La soluzione cui è giunta la Suprema Corte può così essere riassunta: è ammissibile l’installazione, da parte del singolo condomino, di una canna fumaria a uso esclusivo sulla facciata dell’edificio, purché non sia leso il decoro architettonico del fabbricato.

Per quanto riguarda la decisione circa la violazione o meno di detto decoro, il giudizio è demandato in maniera insindacabile al giudice di merito, non potendo il giudice della nomofilachia esprimersi a riguardo.

Detto in altre parole, il succo della sentenza è questo: se il giudice territoriale dice che la canna fumaria sulla facciata condominiale lede il decoro architettonico, magari sulla scorta della valutazione effettuata dal ctu, è inutile dolersi di tale decisione in Cassazione: alla Suprema Corte è preclusa una valutazione che, in maniera evidente, entra nel merito della questione.

La sentenza va segnalata anche per un altro aspetto: la Corte di Cassazione si pronuncia in maniera chiara sulla portata del decoro architettonico, stabilendo che il suo rispetto è un limite da tener sempre presente, anche quando le norme codicistiche non ne fanno espresso richiamo, come accade nel caso dell’art. 1102 cod. civ.

Canna fumaria e decoro architettonico: il caso sottoposto alla Suprema Corte

La vicenda sottoposta all’attenzione della giudice nomofilattico è molto comune: un condomino intendeva installare una canna fumaria che, dal proprio immobile, percorresse tutta la facciata condominiale. CONTINUA A LEGGERE

Fonte: Condominio Web

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.