Home Impianti Termici Condizionatore: ultime sentenze

Condizionatore: ultime sentenze

26
0

Installazione del condizionatore e danno ai condomini

Ciascun condomino è libero di servirsi della cosa comune, anche per fine esclusivamente proprio, traendo ogni possibile utilità, purché non alteri la destinazione della cosa comune e consenta un uso paritetico agli altri condomini (nella specie, il condomino aveva utilizzato il 60% della superficie disponibile per installare un condizionatore e di conseguenza aveva impedito agli altri condomini del piano di istallare a loro volta un impianto di condizionamento dell’aria).

Cassazione civile sez. II, 13/07/2017, n.17400

Scarico di condensa del condizionatore d’aria

I modelli di utilità si distinguono dalle invenzioni industriali sotto il profilo della novità intrinseca, o originalità, in quanto i primi comportano un miglioramento del già noto, conferendogli una utilità nuova ed ulteriore, mentre le seconde implicano la soluzione di un problema tecnico non ancora risolto, suscettibile di applicazione industriale, con avanzamento rispetto alla tecnica e alle cognizioni pregresse.

(Nella specie, la Suprema Corte ha confermato la sentenza di merito che, nell’ambito di un giudizio in materia di nullità brevettuale e di contraffazione, ha ricondotto ai brevetti per modello d’utilità il trovato che ha portato un miglioramento, in termini di utilità e comodità, ad altro già noto, un contenitore da incasso per cavi elettrici e lo scarico di condensa del condizionatore d’aria, a mezzo di una base reversibile in orizzontale a 180°, contenente al suo interno un deflusso ad imbuto della condensa verso lo scarico).

Cassazione civile sez. I, 10/08/2016, n.16949

Obbligo di installazione di un condizionatore

La condotta di chi – non adempiendo all’obbligo assunto di installare un condizionatore ed una caldaia – si limiti ad iniziare lavori e a fornire il condizionatore, a fronte del pagamento dell’intero corrispettivo, ha rilevanza solo civilistica; se, infatti, l’imputato avesse avuto un’intenzione truffaldina, non avrebbe iniziato i lavori e non avrebbe consegnato il condizionatore, ma avrebbe conservato per sé l’intera somma percepita.

Tribunale La Spezia, 24/09/2015, n.1024

Continua a leggere

Fonte: La Legge per Tutti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.