Home > Impianti Termici > Regione Umbria: iscrizione dei medi impianti termici civili

Regione Umbria: iscrizione dei medi impianti termici civili

La Regione Umbria ha adottato le procedure per l’attivazione e la gestione del registro

Procedure per l’iscrizione dei medi impianti termici civili nel registro regionale istituito con
D.G.R. del 4 febbraio 2019 n° 106.

PREMESSA

Il D. Lgs 183/2017, entrato in vigore il 19 dicembre 2017, ha apportato diverse modifiche al
D. Lgs. 152/2006 (di seguito indicato come decreto) in particolare al Titolo II della Parte Quinta
inerente agli impianti termici civili avente potenza termica nominale inferiore a 3 MW.
In particolare:

l’art 283 (definizioni) al comma 1 lettera d bis) definisce medio impianto termico civile
l’impianto termico civile con potenza pari o superiore al 1 MW escludendo “gli impianti per il
riscaldamento a gas diretto degli spazi interni dello stabilimento ai fini del miglioramento
delle condizioni degli ambienti di lavoro”;

l’art 283 (definizioni) al comma 1, lettera i) identifica la “autorità competente” con quella
responsabile dei controlli, degli accertamenti e delle ispezioni previsti all’articolo 9 del
decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192 e dal decreto attuativo dell’articolo 4, comma 1,
lettere a) e b), del citato decreto legislativo, o altra autorità indicata dalla legge regionale;

il comma 2 bis dell’art. 284 stabilisce che i medi impianti termici civili messi in esercizio o
soggetti a modifica a partire dal 20 dicembre 2018 devono essere preventivamente iscritti
nel registro autorizzativo previsto al comma 2 quater;

il comma 2 ter dell’art. 284 stabilisce che i medi impianti termici civili messi in esercizio
prima del 20 dicembre 2018 devono essere iscritti nel registro autorizzativo previsto al
comma 2 quater entro il 1° gennaio 2029;

il comma 2 quater dell’art. 284 stabilisce che è tenuto, presso ciascuna autorità
competente, un registro per l’iscrizione dei medi impianti termici civili;

il comma 2 quater dell’art. 284 stabilisce che entro trenta giorni dalla ricezione degli atti
previsti ai commi 2 bis e 2 ter l’autorità competente effettua o nega l’iscrizione nel registro
autorizzativo e comunica tempestivamente tale esito al richiedente;

l’art. 286 stabilisce, tra l’altro, i limiti e le periodicità con cui i valori di emissione in
atmosfera dei medi impianti termici civili devono essere controllati. I valori misurati, con
l’indicazione delle relative date, dei metodi di misura utilizzati e del soggetto che ha
effettuato la misura, devono essere allegati al libretto di impianto;

l’art. 288 al comma 6 stabilisce che all’irrogazione delle sanzioni amministrative previste nel
medesimo articolo provvede l’autorità competente di cui all’art. 283, comma 1 lettera i) o
diversa autorità indicata dalla legge regionale.

continua a leggere

Fonte: Regione Umbria

Potrebbe piacerti anche
Regione Umbria: iscrizione dei medi impianti termici civili
Pillole Regionali. Regione Umbria. Controllo impianti termici. Nel 2018 l’agenzia A.E.A controllerà le caldaie di tutta la regione
Pillole Regionali. Regione Umbria. La Regione attiva il Catasto unico regionale degli impianti termici
Pillole Regionali. Regione Umbria. Bollino caldaia a Perugia, manutentori in rivolta: «Troppi controlli e multe anche per i morti»

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.