Home Impianti Termici La demolizione di due canne fumarie

La demolizione di due canne fumarie

46
0

Dispone la demolizione di due canne fumarie: Comune di Aielli condannato dal Tar

Secondo il giudizio del Tar Abruzzo, la canna fumaria deve ritenersi un’opera priva di autonoma rilevanza urbanistico-funzionale non soggetta alla sanzione della demolizione

La  lite tra confinanti per presunte immissioni nocive provenienti da una canna fumaria, finisce sui banchi della giustizia amministrativa, che con sentenza depositata nei giorni scorsi, condanna il comune di Aielli.

La convivenza tra vicini di casa è spesso difficile e oggetto di numerosi contenziosi, con risvolti anche penali. In questo caso, a farne le spese è stato appunto il comune di Aielli che aveva ordinato a un cittadino, la demolizione di due canne fumarie e il ripristino dello stato dei luoghi. Il provvedimento comunale, si sarebbe reso necessario a seguito di un esposto alla Asl presentato da una famiglia che non sopportava i fumi emessi dalle canne fumarie oggetto di discussione.

Parliamo di opere risalenti al 1998, all’epoca autorizzate, oltretutto non funzionati da diversi anni e che quindi non potevano inquinare. Nella sentenza viene evidenziato che proprio la famiglia che aveva presentato l’esposto molestava il cittadino ricorrente con immissioni di fumo prodotte da un loro forno abusivo. Secondo il giudizio del Tar Abruzzo, la canna fumaria deve ritenersi un’opera priva di autonoma rilevanza urbanistico-funzionale, per la cui realizzazione non è necessario il permesso di costruire, senza essere conseguentemente soggetta alla sanzione della demolizione.

Entrando invece nella questione igienico-sanitaria, il Tribunale Amministrativo spiega che sarebbero bastati piccoli accorgimenti tecnici per una piena conformazione agli statuti del vigente regolamento edilizio e cioè un prolungamento della canna fumaria, di un metro oltre il colmo del tetto.

Cosi il comune di Aielli è stato  condannato al pagamento delle spese di lite oltre agli accessori di legge, con annullamento della determinazione comunale.

 

Fonte: Terre Marsicane

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.