Home Impianti Termici Come riconoscere il pellet di qualità…

Come riconoscere il pellet di qualità…

17
0

Il pellet non è tutto uguale. La differenza sta tanto nel materiale utilizzato quanto nella qualità di questi ultimi. Ad oggi il processo di pellettizzazione delle biomasse è unico e deve rispettare sia la materia prima che gli standard imposti dalla comunità europea (EN 14961-1, EN 14961-2 e EN 14961-6) così come quelli imposti dall’ISO (ISO/DIS 17225-1, ISO/DIS 17225-2 e ISO/DIS 17225-6).

Per distinguere il pellet di qualità da un pellet comune è necessario prestare attenzione ad alcuni fattori che ci permettono di identificare il pellet di qualitàsuperiore da altre tipologie di pellet comuni presenti in commercio.  In questo contesto per pellet di qualità si intende una tipologia di prodotto derivante esclusivamente da un processo di lavorazione meccanica che esalta le caratteristiche non solo della materia prima ma anche dell’impianto nel quale è utilizzato, mantenendo il giusto equilibrio tra ecosostenibilità, potere calorifico e resa energetica.

Di seguito prenderemo in considerazione come riconoscere il pellet di qualità e quali sono le caratteristiche che lo rendono tale.

Il pellet di qualità; guida all’acquisto

Come osservato in precedenza il pellet di qualità per essere considerato tale deve rispettare alcune caratteristiche fondamentali come ad esempio implementare le prestazione del nostro impiantogarantire il giusto rapporto tra consumo e resa energetica ed ecosostenibilità. Per raggiungere questi obbiettivi è necessario prestare attenzione ad alcuni fattori come:

Continua a Leggere

Fonte: Biomassa App

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.