Home Impianti Termici Inferriate e caldaia in facciata. Non serve il consenso dell’assemblea condominiale

Inferriate e caldaia in facciata. Non serve il consenso dell’assemblea condominiale

94
0

Inferriate e caldaia in facciata. Non serve il consenso dell’assemblea condominiale

Legittima l’apposizione perché la solidarietà condominiale e la sicurezza del domicilio sono prevalenti al decoro.

Legittima l’installazione di inferriate alle finestre da parte del singolo condomino senza il previo intervento dell’assemblea nel pieno contemperamento degli interessi. Il Tribunale di Roma afferma che «se si prevede che gli altri condomini non faranno un uso identico della cosa comune, la modifica apportata alla stessa dal condomino deve ritenersi legittima perché gli interessi altrui costituiscono l’unico limite al godimento cui hanno diritto i compartecipanti il concorso dei diritti al miglior godimento della cosa comune si risolve non con il criterio della priorità bensì con quello dell’equo contemperamento dei contrapposti interessi».

Previous articlePillole Regionali. Regione Puglia. Ispezione necessaria all’osservanza delle norme relative al contenimento dei consumi di energia nell’esercizio e manutenzione degli impianti termici
Next articlePillole Regionali. Regione Friuli Venezia Giulia. Prov. Udine. Amianto: al via progetto informatico per mappatura in edifici pubblici

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.