Home Impianti Termici Se la caldaia non è a norma, la spesa per la sostituzione...

Se la caldaia non è a norma, la spesa per la sostituzione spetta al proprietario

743
0

A chi spettano le spese per la sostituzione della caldaia?

La caldaia è uno di quegli impianti e, in senso lato, argomenti, in grado di fare litigare proprietari e conduttore. La usi quindi paghi tu. Che c’entra obietta l’ospite, la caldaia era vecchia io pago la manutenzione, ma le riparazioni sono a carico tuo. Non parliamo della sostituzione. Chi deve pagare quando va sostituito quell’apparecchio? Che la questione sia così dibattuta ce ne da conferma anche la giurisprudenza che si è pronunciata, finanche in sede di legittimità sulla diatriba spese di sostituzione della caldaia.

Spese per la sostituzione della caldaia, il caso

In materia di spese di manutenzione nell’ambito dei contratti di locazione, spetta al proprietario la spesa necessaria per la sostituzione della caldaia non a norma. Questa, in breve sintesi, la decisione resa dalla Suprema Corte di Cassazione con la sentenza n. 11353 del 26 maggio 2014. Il caso che ha portato alla pronuncia della sentenza in commento nasce in un contesto conosciuto a molti: appartamento affittato a delle studentesse universitarie. Queste, dopo la stipula del contratto, si avvidero (solamente grazie ad una verifica tecnica) del fatto che la caldaia dell’impianto di riscaldamento non era a norma e che quindi andava sostituita.

Le studentesse, quindi, ritenevano che quella spesa dovesse essere affrontata dal proprietario e gli comunicavano il fatto per sollecitarne l’adempimento. A seguito della mancata attivazione in tal senso da parte di quest’ultimo, le conduttrici lo diffidano formalmente chiedendo la risoluzione del problema e specificando che, qualora ciò non fosse avvenuto, esse avrebbe agito direttamente con riserva di richiesta di risarcimento.

Le cose, alla fine, sono andate in questo modo e quindi le affittuarie hanno iniziato la causa finalizzata ad ottenere il risarcimento; tanto in primo quanto in secondo grado le studentesse hanno ottenuto ragione. La controversia, come detto, s’è trascinata fin davanti alle aule di piazza Cavour.

Spese per la sostituzione della caldaia, le norme

Ai sensi dell’art. 1576, primo comma, c.c.

Il locatore deve eseguire, durante la locazione, tutte le riparazioni necessarie, eccettuate quelle di piccola manutenzione che sono a carico del conduttore.

Che cosa deve intendersi per piccola manutenzione?

Lo specifica l’art. 1609 c.c. che recita:

Le riparazioni di piccola manutenzione, che a norma dell’art. 1576 devono essere eseguite dall’inquilino a sue spese, sono quelle dipendenti da deterioramenti prodotti dall’uso, e non quelle dipendenti da vetustà o da caso fortuito… CONTINUA A LEGGERE

Fonte: Condominio WEB

 

 

Previous articleCome eseguire correttamente la ripartizione delle spese di riscaldamento nei condomini?
Next articleL’installazione di una canna fumaria è innovazione e come tale deve essere autorizzata

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.