Home Impianti Infer. 35 KW Prova di tenuta per raccordi a pressare

Prova di tenuta per raccordi a pressare

1063
0

Prova di tenuta per raccordi a pressare

Domanda: La norma sui raccordi a pressare se non sbaglio prevede il controllo di tenuta dell’o – ring ogni cinque anni, è corretto? Inoltre vorrei sapere se posso utilizzare i raccordi per impianti superiori a 35 KW?

Risposta:

I° quesito

La norma di riferimento per la progettazione, installazione e manutenzione di impianti di adduzione gas per usi domestici e similari alimentati da rete di distribuzione, da bombole e serbatoi fissi di GPL, realizzati con sistemi di giunzione a raccordi a pressare per tubi metallici, è la UNI/TS 11147 del maggio 2008, che al capitolo 9 (Controllo e manutenzione periodica dell’impianto), prescrive:

“Per le procedure e periodicità dei controlli e delle manutenzioni si rimanda a quanto disposto dalle leggi vigenti. Nota: Si segnala l’esistenza della UNI 11137-1”.

2La norma 11137 – 1 tratta delle “Linee guida per la verifica e per il ripristino della tenuta di impianti interni in esercizio – Parte 1: Prescrizioni generali e requisiti per i gas della I e II famiglia”, che al capitolo 5 (Circostanze che richiedono la verifica dei requisiti di tenuta), prescrive:

“La verifica della sussistenza dei requisiti di tenuta degli impianti interni, oltre a quanto previsto dalle disposizioni legislative e/o normative vigenti, deve essere effettuata nei seguenti casi:

1. persistente odore di gas;
2. sostituzione di apparecchi;
3. sostituzione del tipo di gas distribuito;
4. riutilizzo di impianti gas inattivi da oltre 12 mesi;
5. esito incerto delle verifiche di tenuta indicate dalla UNI 10738;
6. almeno ogni 10 anni, ove non diversamente
disposto”.

3

 

 

 

 

Quindi la prova della tenuta dell’impianto e la conseguente verifica dell’efficienza della guarnizione (o-ring), deve essere eseguita secondo quanto sopra citato (prescrizioni norma UNI 11137 – 1).
E’ quindi la prova di tenuta che determina l’efficienza dell’impianto e di
conseguenza il buon funzionamento dell’o-ring.

II° quesito
Sempre La norma UNI/TS 11147 si applica in accordo con la norma UNI 7129 e la norma UNI 7131, relativamente alla progettazione, costruzione, collaudo, manutenzione ed ai rifacimenti di impianti o parte di essi, realizzati con sistemi di raccordi a pressare posti sia all’interno che all’esterno degli edifici, comprendenti il complesso delle tubazioni e degli accessori per la distribuzione del gas
a valle del punto di inizio, (vedere punto 3.2.4).

Sono considerati gli impianti di adduzione gas di VIIa specie, della Ia, IIa e IIIa famiglia, per usi domestici e similari alimentati da rete di distribuzione, da bombole e serbatoi fissi di GPL.

Nota 1: Per la ventilazione dei locali, l’installazione di apparecchi, l’evacuazione dei prodotti della combustione, la messa in servizio e la manutenzione vedere UNI 7129 e UNI 7131.

Nota 2: Non sono compresi nello scopo e campo di applicazione della presente specifica tecnica gli impianti soggetti al Decreto Ministeriale 12 aprile 1996.

Previous articleImpianto Sottodimensionato
Next articleResponsabilità sul collegamento del piano cottura

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.