Home Varie Impianto centralizzato per più di 4 unità abitative

Impianto centralizzato per più di 4 unità abitative

701
0

Impianto centralizzato per più di 4 unità abitative

Domanda

E’ obbligatorio l’impianto centralizzato in edifici con più di 4 unità abitative? Ci sono parecchi pareri discordanti…

Risposta

Il DPR n. 59 del 2 Aprile 2009, art.4 comma 9 e 10 prevede che negli edifici esistenti con un numero di unita’ abitative superiore a 4, e in ogni caso per potenze nominali del generatore di calore dell’impianto centralizzato maggiore o uguale a 100 kW, appartenenti alle categorie E1 ed E2 (residenza, alberghi e pensioni, uffici), e’ preferibile (non obbliga quindi) il mantenimento di impianti termici centralizzati laddove esistenti; tuttavia l’art. 4 precisa che “le cause tecniche o di forza maggiore per ricorrere ad eventuali interventi finalizzati alla trasformazione degli impianti termici centralizzati ad impianti con generazione di calore separata per singola unita’ abitativa devono essere dichiarate nella relazione di cui al comma 25” dello stesso decreto. Ciò significa che per dismettere l’impianto centralizzato in favore dell’autonomo essere in presenza di precise circostanze (“cause tecniche o di forza maggiore”, appunto), che devono essere documentate nella già citata relazione tecnica attestante la rispondenza alle prescrizioni della l. 10/’91 per il contenimento del consumo energetico.

Inoltre bisogna considerare anche l’art 6 dello stesso DPR il quale afferma che “le disposizioni del presente decreto si applicano solo alle regioni che non hanno ancora legiferato in materia di risparmi energetico (direttiva 2002/91/CE)”, quindi ad esempio in Piemonte è vige il divieto di distacco delle singole unità immobiliari dall’impianto termico centralizzato.

Tale divieto è vigente già dal 24 Febbraio 2007 (data di entrata in vigore della DCR n. 98-1247 dell’11 Gennaio 2007) e prevede il divieto, per i condomini con più di 4 unità immobiliari di trasformare l’impianto termico da impianti centralizzati ad impianti con generazione di calore separata per le singole unità abitative (impianti autonomi). Le nuove norme ( DGR, n. 46-11968 del 4 agosto 2009), prevedonopochissimi casi di deroga a tale obbligo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.