Home Impianti Termici Caldaia a condensazione e canna fumaria condominiale non adeguata

Caldaia a condensazione e canna fumaria condominiale non adeguata

1451
0

Deroga all’obbligo di avere uno scarico dei fumi sul tetto in caso di installazione o sostituzione della caldaia. Lo scarico a parete.

La legge italiana impone l’installazione di un determinato tipo di caldaia nell’ipotesi in cui si debba sostituire la precedente perché troppo vecchia o malfunzionante. Il problema è che non sempre la canna fumaria condominiale è adeguata per favorire il convoglio degli scarichi.

In altre parole, può venirsi a creare la situazione per cui il singolo proprietario è costretto a installare una caldaia a condensazione e la canna fumaria condominiale non è adeguata. Come comportarsi in questi casi?

Sin da subito possiamo anticipare che la normativa in materia di scarico dei fumi per gli impianti di riscaldamento (art. 9 D.P.R. 412/1993 come modificato dal d. lgs. n. 102/2014) stabilisce dei casi in cui è possibile derogare all’obbligo di avere uno scarico sul tetto in caso di installazione o sostituzione della caldaia.

Una di queste deroghe riguarda proprio il caso in cui la canna fumaria condominiale non sia adeguata. Analizziamo più nel dettaglio questo tema.

Scarico dei fumi in condominio

Secondo la legge (art. 34, co. 53, d.l. n. 179/2012), gli impianti termici siti negli edifici costituiti da più unità immobiliari devono essere collegati ad appositi camini, canne fumarie o sistemi di evacuazione dei prodotti di combustione, con sbocco sopra il tetto dell’edificio alla quota prescritta dalla regolamentazione tecnica vigente (un metro sopra il colmo). In pratica, lo scarico di tutti gli impianti termici deve andare a tetto tramite apposite canne fumarie, sia che si tratti di edifici mono che plurifamiliari. Detto ancora in altre parole, la normativa stabilisce che lo scarico fumi, ovvero l’installazione della canna fumaria, non sia più a parete, prevedendo però (come vedremo)… continua a leggere

Fonte: Condominio Web

Previous articleCompartimentazione antincendio: nuovo Quaderno INAIL
Next articleOsservatorio Nazionale dei Servizi di Architettura e Ingegneria (ONSAI): nuovo Report

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.