Home > Impianti Termici > Le caldaie elettriche: cosa sono e come funzionano

Le caldaie elettriche: cosa sono e come funzionano

Tra le molte alternative disponibili sul mercato nell’ambito dei generatori di calore, ci sono anche le caldaie elettriche, installabili a qualsiasi tipo di impianto sia per il riscaldamento che per la produzione di acqua calda sanitaria.

La caldaia elettrica è un dispositivo che riscalda il fluido termovettore di un impianto termico (acqua) sfruttando l’effetto Joule, ovvero la trasformazione integrale dell’energia elettrica in calore.

Il funzionamento è simile alle tradizionali caldaie (oggi a condensazione), ma sicuramente in alcune situazioni possono risultare vantaggiose considerando per es.:

  • Facilità di installazione. La caldaia elettrica è installabile in qualsiasi ambiente, senza alcun vincolo specifico. Non necessita infatti di un condotto di scarico dei fumi o di un tubo del gas per alimentarle. Di conseguenza il costo complessivo di installazione risulta più basso rispetto a quello di una caldaia a gas;
  • Rendimento molto alto, pari al 99%. Il calore prodotto da una caldaia elettrica istantanea non è disperso nel processo di riscaldamento dell’acqua, in quanto l’efficienza delle resistenze elettriche è al massimo;
  • Non emissione di sostanze inquinanti nell’ambiente. La caldaia elettrica non produce ceneri e polveri ed è commercializzata in differenti classi energetiche, che si distinguono tra di loro sia per il funzionamento sia per il risparmio energetico.

Tuttavia se fossero cosi’ convenienti le vedremmo installate ovunque, infatti è bene considerare che i consumi di una caldaia a gas risultano inferiori in quanto il metano ha un costo piuttosto contenuto, mentre l’alimentazione a corrente elettrica ha un costo parecchio più alto, in base all’utilizzo che se ne fa.

Attenzione a non confondere le caldaie elettriche con le caldaie idrosoniche

Non confondiamo le caldaie elettriche con le caldaie idrosoniche che per funzionare sfruttano un fenomeno denominato Sonoluminescenza che prevede l’emissione di vapore acqueo e bolle di gas, che insieme alla loro eccitazione, determinano l’aumento delle temperatura a causa dell’espansione e della contrazione. in sostanza la produzione del calore avviene grazie all’agitazione termica molecolare e alla sonoluminescenza stessa, generato dall’alimentazione elettrica.

Potrebbe piacerti anche
Le caldaie elettriche: cosa sono e come funzionano

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.