Home Impianti Termici Prova di tenuta impianto in base alla norma UNI 11528 2022 (impianti...

Prova di tenuta impianto in base alla norma UNI 11528 2022 (impianti sup. 35 kW)

244
0

Il 13 Ottobre 2022 è entrata in vigore la nuova UNI 11528, la norma, sviluppata dalla commissione tecnica del CIG – Comitato Italiano Gas, fornisce i criteri per la progettazione, l’installazione e la messa in servizio degli impianti civili extradomestici a gas della 1a, 2a e 3a famiglia, con pressione non maggiore di 0,5 bar asserviti ad apparecchi singoli aventi portata termica nominale maggiore di 35 kW, nonché alla installazione di apparecchi installati in batteria o in cascata qualora la portata termica complessiva risulti maggiore di 35 kW.

La UNI 11528 si applica anche ai rifacimenti di impianti civili extradomestici o parte di essi mentre non si applica agli impianti a gas realizzati specificatamente per essere inseriti in cicli di lavorazione industriale e a quelli trattati dalla UNI 8723 (ospitalità professionale).

A differenza della prova di tenuta che veniva indicata nella norma UNI 11528 del 2014, quella stabilita invece dalla UNI 11528 2022 ricorda molto la prova degli impianti inf. a 35 kW.

Infatti anche in questo caso la UNI 11528 2022 prevede una caduta massima di pressione in mbar in base al volume dell’impianto (proprio come viene indicato nella UNI 7129/2025).

  1. Anche per gli impianti Sup. 35 kW viene prevista una prima prova di collaudo ad alta pressione per provare la tenuta meccanica dell’impianto. 
  2. Una seconda prova di tenuta per constatare l’assenza di dispersioni di gas.

LA PROVA DI COLLAUDO

Questa prova è da eseguire solo nel  caso si utilizzino tubazioni con raccordi a pressare, consultando i valori definiti dal fabbricante del sistema ed indicati nel libretto di istruzioni ed avvertenze e in caso di assenza di questi ultimi la prova deve essere eseguita ad una pressione minima di 5 bar.

LA PROVA DI TENUTA


Widget not in any sidebars

La verifica di tenuta è obbligatoria per:
– le nuove realizzazioni o rifacimenti totali di impianti interni ;
– rifacimenti parziali o manutenzione straordinaria di impianti interni;
– sostituzione di apparecchi.

La prova di tenuta deve essere eseguita:

  • prima della messa in servizio dell’impianto 
  • di averlo collegato al gruppo di misura o regolatore di secondo stadio del GPL 
  • di aver collegato gli apparecchi.

Utilizzare la presa di pressione situata a valle del punto di inizio, ed eseguire la prova con le seguenti modalità:

  1.  inserire dei tappi a valle di ogni rubinetto di utenza ed a monte del rubinetto del punto di inizio, ;
  2. immettendo nell’impianto aria od altro gas inerte, attraverso la presa di pressione, fino a che sia raggiunta la pressione di prova indicata nel prospetto sotto;
  3. dopo un tempo non minore di 15 min, effettuare una prima lettura della pressione mediante uno strumento idoneo;
  4. dopodiché effettuare una seconda lettura: lo strumento deve superare una caduta di pressione dei valori riportati nel prospetto sotto, in funzione della specie e del volume dell’impianto;

Terminata la  prova se si verificassero delle dispersioni, queste devono essere ricercate ed eliminate.


ESEMPIO DI RAPPORTO PROVA DI TENUTA UNI 11528 2022

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.