Home Impianti Infer. 35 KW Installazione caldaie in cucina e in bagno

Installazione caldaie in cucina e in bagno

172
0

Devo installare/sostituire una serie di caldaie in un condominio, di cui alcune in bagno e altre in cucina. Quali sono le principali prescrizioni che devo seguire?

Inoltre devo installare una nuova canna fumaria collettiva, ma l’impresa stenta a fornirmi il progetto della canna fumario. Come devo comportarmi?

Risposta

  1. Per le caldaie a condensazione installate in bagno non c’è problema a patto che il bagno sia aerato (finestra apribile verso l’esterno).
  2. Per le caldaie installate in cucina bisogna verificare solo se le cucine hanno la termocoppia e se la relativa cappa scarica in canna fumaria o a parete.

Infatti, nel caso in cui le cappe non siano collegate alla canna fumaria o scaricano a parete (quindi a filtri), sarà necessario avere  un foro da 100 cm2 come ventilazione in basso e come aerazione un forno in alto da 100 cm2 o eletroventilatore su muro o finestra.

Nel caso in cui i piani cottura avessero la termocoppia, la relativa cappa sia collegata a canna fumaria o a parete e il locale risulta essere più di 20 mcubi, i fori sia in basso che in alto non sono necessari (Appendice A2 UNI 7129/2015 parte 2).


PROGETTO CANNA FUMARIA

Il progetto per la realizzazione delle canne collettive è obbligatorio.

Il progetto del camino realizzato da un progettista contiene almeno:

  • lo schema del camino;
  • la planimetria per la localizzazione del manufatto;
  • una relazione tecnica sulla tipologia e caratteristiche dei materiali e componenti da utilizzare;
  • le misure di prevenzione incendi e di sicurezza da adottare nel rispetto della specifica normativa tecnica di riferimento.

Le norme principali a cui fare riferimento per la progettazione dei camini sono:

  • UNi13384-1:2019 Camini asserviti a più apparecchi a combustione
  • UNi15287:2008 Progettazione, installazione e messa in servizio dei camini – Parte 2: Camini per apparecchi a tenuta stagne
  • UNi10641:2013 Canne fumarie collettive a tiraggio naturale per apparecchi a gas di tipo C con ventilatore nel circuito di combustione – Progettazione e verifica

 Una volta realizzata la canna fumaria l’installatore dovrà rilasciare la Dichiarazione di Conformità comprensiva di allegati indicando esplicitamente il nome del progettista e il numero del progetto.

Previous articleEcobonus: Caldaia a condensazione e cessione del credito. L’agenzia delle entrate risponde
Next articleDistanza canne fumaria dal vicino

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.