Home Condizionamento Perdita e rabbocco con gas R410

Perdita e rabbocco con gas R410

2607
5

Domanda: è possibile caricare un condizionatore con Gas R410?

R.: Gas refrigeranti: R 410°

Il gas refrigerante R410A è una miscela di due gas, R32 e R125Non è un gas puro, quindi è difficile da maneggiare, così anche il suo riciclaggio e riutilizzo. È molto sicuro anche in caso di perdite, motivo per cui è classificato come A1, cioè non tossico e non infiammabile.

Se il refrigerante perso è di poca entità è possibile fare il reintegro della carica, mentre se la perdita è più elevata è meglio procedere alla sostituzione completa della carica, soprattutto se c’è il fondato rischio che nel circuito sia entrata aria.
Se il refrigerante usato è R407C allora, per sicurezza, conviene sempre sostituire tutta la carica.

Come già detto l’R410A è una miscela “quasi azeotropica” di due gas refrigeranti (R32 e R125). Con questa caratteristica chimica, la miscela di refrigerante incorre in modifiche trascurabili di composizione quando avviene un cambiamento di stato (evaporazione o condensazione). Conseguentemente anche quando avviene una perdita di refrigerante in fase gassosa, la composizione del refrigerante subisce un cambiamento trascurabile.

Per questo motivo, in caso di piccole perdite di refrigerante, l’R410A può essere trattato nel medesimo modo del refrigerante puro R22, consentendo rabbocchi di piccola entità. Invece, in caso di sostituzione di un componente del circuito frigorifero, oppure a seguito di una perdita di una certa gravità, vanno osservate le normali procedure, recuperando completamente il fluido refrigerante. Dopo avere eliminato la perdita o effettuato la riparazione, l’impianto va completamente evacuato per eliminare l’aria e successivamente ricaricato con gas vergine. Il gas recuperato non può essere riutilizzato.

Attenzione: non ricaricare lo split senza prima essere sicuri che ci sia stata una fuga di gas. La perdita va cercata e riparata: poi si può ricaricare.


 

Previous articleCOVID 19 – LA SANIFICAZIONE DEI CONDIZIONATORI E DEGLI AMBIENTI
Next articleRegione Toscana: Misure di contenimento sulla diffla orusione del virus COVID-19 negli ambienti di lavoro: revoca deldinanza n.38/2020 e nuove disposizioni.

5 COMMENTS

  1. Buonasera, la contatto perchè ho una pompa di calore marca Riello NexBox 007 R come macchina interna e una Riello Nexsirius 007 M come esterna e proprio questa a causa di una perdita è rimasta senza gas e vorrei chiederle se, indicativamente saprebbe dirmi quanti kg di questi occorrono o come calcolarli, tenuto conto che sul libretto della macchina mi vengono indicati 1360 gr di gas r410 per 1 metro di linea, e io di metri ne avrei 21. Ho contattato i centri autorizzati e la sede stessa della Riello ma dopo 1 settimana ancora nessuno mi ha saputo rispondere.
    La ringrazio e le porgo i miei più cordiali saluti.
    Andrea.

  2. Ciao, devi tener conto i dati dell costruttore 1360g e la quantita’ totale di carica di tutto il circuito frigorifero. Non conosco la potenza di quel modello x i metri a spanno fino a 12-15 mt di tubazione non dovresti aggiungere gas.

  3. Buon giorno chiedo, a qualcuno che né da più di me e ci vuole veramente poco.. ho pompa di calore Mitsubishi e contiene 1.3 kg di R22. Un solo split (900btu credo)..Ha 20 anni e inizia a raffreddare pochino. Pensavo di rabboccare con r410 con una bombola da un litro. Quanto mi consigliate di metterne? Grazie per una eventuale risposta.

    • Il consiglio è di rivolgersi ad un installatore qualificato in possesso di patentino Gas, requisito obbligatorio per mettere le mani su queste macchine. Stia attento che rischia di fare solo danni.

  4. Buongiorno ho un condizionatore
    che ha totalmente smesso di funzionare.
    È venuto un tecnico che ha visto che il compressore funziona e che sostiene sia esaurito il gas (r410). ha provato a vedere cosa uscisse premendo la valvola e veniva fuori solo aria compressa, niente gas.
    Mi dimostrava questo aspetto poggiando la mano nel getto. Ha provato a collegare la sua bomboletta e dopo un po’ha detto che evidentemente era troppo poco il gas a sua disposizione
    Tornerà con una bombola nuova
    Come ci è entrata tutta quell’aria nel circuito?
    È normale lasciarla lì e sperare che la semplice pressione della bomboletta spinga nel sistema il nuovo gas?
    Alla luce di questa descrizione, anche se so che è difficile, è realistico pensare che la macchina abbia “solo” finito il gas?
    Grazie mille per l’attenzione

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.