Home Impianti Termici 3 milioni di Italiani rinunciano al Superbonus 110%

3 milioni di Italiani rinunciano al Superbonus 110%

59
0

Circa nove milioni di famiglie italiane stanno pensando di usare il credito d’imposta del 110% per il risparmio energetico e l’adeguamento sismico, ma oltre sei milioni di connazionali non sono riusciti a capire bene quale sia il funzionamento, mentre circa tre milioni hanno completamente rinunciato perchè troppo complesso il procedimento per ottenerlo.

Questi risultati sono emersi dopo da un’indagine fatta da Facile.it da parte di mUp Research e Norstat .

L’indagine è stata eseguita su un campione della popolazione italiana adulta tra i 18 e i 74 anni sull’intero territorio. 11,7 milioni di italiani (55%) che hanno dichiarato di voler usufruire del bonus, lo faranno per il palazzo/struttura in cui sono residenti, mentre il 29,3%,(6.250.000) lo utilizzerà per una casa unifamiliare di residenza.

Più di 2 milioni i rispondenti usufruiranno dell’agevolazione per quanto concerne le seconde case, sia per quanto riguarda gli immobili unifamiliari sia per quanto riguarda un condominio.

Tra quelli che dichiareranno di volerlo utilizzare per un condominio, (piu’ del 46%) cederà al cosiddetto credito di imposta, il 42,9% invece detrarrà il più possibile nella dichiarazione dei redditi mentre solo il 21,6% utilizzerà lo sconto in fattura.

Per le persone interessate (45.3%) al superbonus relativo ad una casa unifamiliare, hanno dichiarato di voler cedere il credito di imposta alla banca oppure ad altri soggetti. Il 43.8% pensa di detrarre quanto possibile nella dichiarazione dei redditi, mentre il 18.6% usufruirà dello sconto in fattura.

L’indagine di Facile.it ha fatto emergere, tra coloro che hanno intenzione di usufruire del superbonus, quanto segue:

  • un italiano su due (58,2%) quasi 12,4 milioni di individui, ricorreranno al bonus per l’intervento di isolamento termico (cappotto termico), (percentuale che sale fino al 63,4% tra i residenti del Sud e delle isole).
  • più di 7.300.000 (34,7%) italiani hanno intenzione di sostituire l’impianto di climatizzazione invernale esistente con impianti centralizzati per il riscaldamento, raffreddamento o fornitura di acqua calda sanitaria a condensazione,
  • il 7,1%, vale a dire più di 1,5 milioni di individui, si dedicherà all’implementazione di misure antisismiche.
  • più di 3 milioni di italiani hanno rinunciato per l’eccessiva quantità di documenti necessaria

a cura della Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.