Home Quesiti Termici Quesito Termico. In un garage è installata una caldaia di tipo C…

Quesito Termico. In un garage è installata una caldaia di tipo C…

124
0

FragenQuesito Termico

In un garage è installata una caldaia di tipo C all’interno di una nicchia chiusa da una porta REI 120. So che la UNI 7129 permette l’installazione di caldaie a metano in locali bos a patto che siano collocate in appositi locali chiusi con porta REI. Ma secondo voi l’installazione come da foto la posso considerare a norma?

Secondo il nostro parere tecnico l’installazione della caldaia come da foto, in una nicchia chiusa da porta REI 120 all’interno di un locale box, ci pare molto discutibile e non rispetta la normativa vigente; di seguito andiamo a spiegare quanto segue:

la norma UNI 7129 parte 2 al punto 4.2.3 recita: È vietata l’installazione di apparecchi di utilizzazione all’interno di locali con pericolo incendio (per esempio: autorimesse, box). Tale limitazione deve essere applicata anche ai canali da fumo, ai condotti di scarico fumi e ai condotti di aspirazione dell’aria comburente. Tuttavia, i locali di installazione degli impianti alimentati a gas naturale (metano) e degli apparecchi di portata termica nominale massima non maggiore di 35 kW possono comunicare direttamente con le autorimesse fino a 9 posti auto e non oltre il secondo interrato (compreso i singoli box) purché la comunicazione sia protetta da porte aventi caratteristiche di resistenza al fuoco E 120.”

Detto questo andiamo a vedere la definizione di “locale” data sempre dalla UNI 7129 parte 2: locale: “Spazio di abitazione dell’unità immobiliare, inteso come spazio coperto, delimitato da ogni lato da pareti realizzate con qualunque materiale (legno, mattoni, vetro, ecc.).” Non ci sembra che la nicchia n. 1 dove è installata la caldaia rispetti la definizione di locale!!! Andando avanti nel punto 2 (in rosso nella foto), la norma chiarisce che per le caldaie di tipo c il prelievo dell’aria comburente e l’evacuazione dei prodotti della combustione avvengono direttamente all’esterno del locale.

Anche in questo caso specifico pare che il prelievo dell’aria venga effettuato all’interno della nicchia. In questo caso la caldaia sarebbe declassata a tipo B, con la dovuta aerazione necessaria. Se anche lo considerassimo VANO TECNICO (discutibile) la norma afferma che i vani tecnici ricavati nelle strutture edili devono essere aerati e realizzati in modo tale da impedire che eventuali fughe di gas possono diffondersi nelle strutture stesse. I vani tecnici devono essere dotati di almeno un’apertura permanente di aerazione, rivolta verso l’esterno, di superficie non minore di 100 cm2 .

Potremmo andare avanti e parlare della canna fumaria intubata (UNI 10845) ma crediamo che già questo basti. Insomma, ripetiamo, ci sembra un’installazione molto discutibile e da rivedere rispettando in toto la normativa.

a cura della Redazione

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.