Home Impianti Termici Caldaia rotta, chi paga le spese l’inquilino o il proprietario?

Caldaia rotta, chi paga le spese l’inquilino o il proprietario?

126
0

Caldaia rotta, chi paga le spese l’inquilino o il proprietario?

Se si rompe la caldaia, chi paga le spese per la riparazione o la sostituzione? Il proprietario o l’inquilino?

Se si rompe la caldaia chi è tenuto al pagamento delle spese per la sua riparazione, il proprietario o l’inquilino? Per capire le spese a chi fanno capo, bisogna leggere il contratto di locazione sottoscritto. Bisogna vedere se all’interno ci sono delle specifiche riguardante sulle spese di manutenzione e riparazione. Se nel contratto non c’è nessuna specifica, allora in linea generale, il proprietario è tenuto a pagare le spese di riparazione o sostituzione della caldaia.

Caldaia rotta, paga il proprietario

Il proprietario è tenuto ad eseguire tutti gli interventi necessari per mantenere l’efficienza della caldaia come anche gli interventi per conservare in buono stato l’immobile in affitto.  Sono, invece, a carico dell’inquilino, le riparazioni di piccola manutenzione. La piccola manutenzione comprende tutti gli interventi necessari per un normale deterioramento che subiscono i beni per usura e non per problematiche legate alla vecchiaia del bene o per caso fortuito.

Quindi sia la sostituzione che la riparazione sono a carico del proprietario, salvo che queste non siano imputabili alla responsabilità dell’inquilino.
L’inquilino è tenuto ad effettuare la manutenzione periodica e il controllo dei fumi della caldaia. La sua mancanza può pregiudicare il corretto funzionamento della stessa. Continua a leggere

Fonte: Investire Oggi

Previous articleLa canna fumaria non è una costruzione a sé stante…
Next articleH2O 2016: IN CRESCITA LA MOSTRA INTERNAZIONALE SULL’ACQUA…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.