Home Pillole Regionali Crolla palazzina nel Milanese per fuga di gas

Crolla palazzina nel Milanese per fuga di gas

7
0

cerrobisCrolla palazzina nel Milanese per fuga di gas

Bilancio gravissimo: un morto e tre feriti

“Intorno alle 16,30 ho sentito un forte boato (…) ho capito che era saltato in aria qualcosa (…) poi ho iniziato a sentire una marea di sirene (…)”. Questa la dichiarazione shock del primo passante che incontro a Cantalupo una frazione di Cerro Maggiore nel Milanese. 

“C’era stato un allarme, ma sembrava che tutto fosse rientrato…”, racconta il sindaco di Cerro Maggiore, Teresina Rossetti.

Il bilancio è doloroso: una palazzina rasa al suolo, una donna deceduta durante il trasporto in ospedale e tre operai feriti, di cui uno in gravissime condizioni. L’esplosione è avvenuta in una palazzina a Cantalupo, frazione di Cerro Maggiore, a circa 30 km da Milano. I tre feriti sono esattamente tecnici specializzati dell’azienda del gas, travolti da una esplosione violentissima rimanendo purtroppo ustionati.

I tre, erano al lavoro per una fuga di gas avvertita in tutta la zona, interessata fra le altre cose, da un cantiere per il posizionamento dei cavi della fibra ottica.

L’ultima chiamata da parte dei cittadini, risalirebbe a martedì sera, motivo per cui l’azienda gas, ha inviato il giorno stesso, una squadra di tecnici specializzati per cercare di risolvere il problema. Purtroppo qualcosa non è andato per il verso giusto.

Decine i mezzi dei vigili del fuoco intervenuti dalle città di Milano Bergamo e Varese. Tra i mezzi di soccorso anche l’intervento di un’eliambulanza che ha trasferito tutti i feriti in ospedale. Presenti anche dei cani da macerie (che per ore hanno cercato eventuali persone rimaste intrappolate sotto le macerie) e gli specialisti dell’Urban Search and Rescue.

Sull’accaduto stanno ora indagando per accertamenti, i Carabinieri di Legnano con la procura di Busto Arsizio per capire i veri motivi dell’esplosione e le eventuali responsabilità. “Dopo i lavori per la posa della fibra ottica, gli abitanti della zona avevano segnalato ieri un intenso odore di gas, e i tecnici erano stati sul posto tutta la giornata di ieri e stanotte”, ha dichiarato il Sindaco Teresina Rossetti, secondo cui “al momento non ci sono più pericoli”.

Le condizioni del Tecnico, travolto in pieno dall’esplosione, sono state definite “gravissime”. A perdere la vita invece è stata la povera Virginia Bollate – una donna anziana che viveva da sola nella Palazzina tra via Risorgimento e via Ungaretti. L’anziana donna, estratta viva dai soccorritori, è deceduta durante il trasporto nella struttura ospedaliera di Castellanza. Coinvolto nello scoppio, anche un passante che ha riportato fortunatamente, ferite lievi.

 
a cura di Massimiliano Brenna Vicedirettore E.D.M. Editoriali

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.