Home Energia Novità Conto termico: al via la consultazione pubblica su semplificazione e potenziamento

Novità Conto termico: al via la consultazione pubblica su semplificazione e potenziamento

30
0
Feed or Rss icon, used in  internet transmision and  association with open web syndication formats such as RSS and Atom. 3D with reflect.
Feed or Rss icon, used in internet transmision and association with open web syndication formats such as RSS and Atom. 3D with reflect.

Il Conto termico incentiva la produzione di energia termica da fonti rinnovabili e i piccoli interventi di efficienza energetica con uno stanziamento di 900 milioni di euro annui: 700 per privati e imprese e 200 per le amministrazioni pubbliche.

Il documento allegato illustra le nuove misure che il Ministero dello sviluppo economico, di concerto con il Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, intende attuare al fine di favorire il massimo accesso agli incentivi per imprese, famiglie e pubblica amministrazione.

Il documento considera la possibilità effettiva di inserire inedite tecnologie, tra gli interventi che si possono incentivare. In primis i progetti per l’incremento dell’efficienza energetica degli edifici pubblici con sistemi di building automation (per il monitoraggio e la gestione dei consumi energetici degli impianti), ma anche illuminazione esterna e interna(tipo la sostituzione delle lampade tradizionali con quelle a Led) e le pompe di calore abbinate alle caldaie a condensazione, giusto per essere esaustivi.

Tra le novità, sottolineiamo la possibilità di  innalzare la soglia di ammissibilità degli impianti agli incentivi.

– fino a 2.000 kW per i sistemi di climatizzazione con pompe di calore o caldaie a biomassa

– fino a 2.500 metri quadrati per gli impianti solari termici.

In questo caso l’obiettivo è favorire la realizzazione di progetti di maggiori dimensioni, ad esempio in ospedali, scuole, uffici, centri commerciali, etc.

Tra le proposte, segnaliamo l’innalzamento delle tariffe, fino a un incentivo massimo del 65% del costo sostenuto, riservato alle misure per rendere gli edifici “a energia quasi zero”.

Per ulteriori e dettagliate informazioni: Nuove misure per la semplificazione e il potenziamento del “Conto Termico”  (Vi preghiamo di leggere attentamente)

Ricerca effettuata dalla Redazione

fonte documentazione: Ministero dello Sviluppo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.