Home > Impianti Termici > Quesito: sostituzione caldaia da 440,00 kW, è d’obbligo la condensazione?

Quesito: sostituzione caldaia da 440,00 kW, è d’obbligo la condensazione?

Devo sostituire una caldaia in una centrale termica da 440,00 kW, sono obbligato ad installarne una a condensazione?

Il 26 settembre 2015 sono entate in vigore le nuove normative europee “ECODESIGN”, con applicazione a tutti gli apparecchi per riscaldamento ambienti e produzione di acqua calda sanitaria venduti nell’Unione Europea, come caldaie a gas o gasolio, pompe di calore, cogeneratori, scaldabagni, così come bollitori fino a 2000 litri.

Il regolamento si applica solo ai prodotti che vengono immessi sul mercato a partire dal 26 settembre 2015, quindi da quella data i produttori di caldaie di potenza inferiore o uguale a 400kW, destinate sia al riscaldamento sia alla produzione di acqua calda sanitaria, non hanno più potuto produrre caldaie tradizionali a tiraggio forzato.  Le caldaie a tiraggio naturale, quelle “a camera aperta”, sono state invece ancora prodotte ed installate solo quando non è possibile andare a sostituire una vecchia caldaia con una caldaia a condensazione per problemi legati alla canna fumaria collettiva di alcuni edifici multifamiliari. Tutti i prodotti immessi sul mercato prima del 26/09/2015, che non rispettano i requisiti della nuova direttiva (es. caldaie tradizionali a tiraggio forzato, caldaie non dotate di pompa ad alta efficienza) e che sono ancora stoccati nei magazzini di distributori, rivenditori ed installatori, potranno essere commercializzati e installati senza limiti di tempo.

La direttiva Ecodesign è rivolta a due categorie di prodotti rilevanti per gli installatori e i rivenditori del settore.

  • Categoria 1: comprende gli apparecchi per il riscaldamento ambienti: elettrici, a gas, a gasolio, caldaie combinate, pompe di calore e cogeneratori fino a 400 kW.
  • Categoria 2: comprende gli apparecchi per la produzione di acqua calda sanitaria: elettrici, a gas, a gasolio, pompe di calore per acs, impianti solari fino a 400 kW e bollitori fino a 2000 litri.

In aggiunta alla direttiva ErP l’UE ha introdotto anche una etichettatura energetica obbligatoria per lo stesso tipo di apparecchi fino a 70 kW e bollitori fino a 500 litri.

Detto questo come si evince sopra la caldaia con potenzialità di 440 kW non deve essere sostituita necessariamente con una a condensazione.

Potrebbe piacerti anche
È possibile derogare all’obbligo di installazione della termoregolazione e contabilizzazione?
Quesito: sostituzione caldaia da 440,00 kW, è d’obbligo la condensazione?
Quesito Tecnico. Quali sono i documenti che devo trovare in una Centrale termica?
Terzo Responsabile per impianti caldo + freddo

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.