Home > Impianti Termici > La canna fumaria obsoleta scatena fiamme pericolose

La canna fumaria obsoleta scatena fiamme pericolose

1443001103458.jpg--caminetti_e_sicurezza__3_motivi_per_pulire_la_canna_fumariaCanna fumaria non a norma. Oltre tutto con dentro un notevole quantitativo di fuliggine. C’era quasi da aspettarselo l’incendio del 18 ottobre di tre anni fa, a Cencenighe. Il veneziano…

Canna fumaria non a norma. Oltre tutto con dentro un notevole quantitativo di fuliggine. C’era quasi da aspettarselo l’incendio del 18 ottobre di tre anni fa, a Cencenighe. Il veneziano Giuseppe Maggian e l’agordino di cognome e anche d’adozione Artemio Chenet sono imputati d’incendio colposo in cooperazione. Entrambi hanno un’abitazione in via Soppelsa e la procura della Repubblica li accusa di non aver reso sicura una canna fumaria, che era stata costruita in pietra e malta, cioè materiali obsoleti e non rispondeva alle norme di sicurezza vigenti.

Il resto l’ha fatto la quantità di fuliggine, che ha scatenato un incendio tale da mettere in pericolo l’incolumità dei condomini, oltre che degli altri residenti della via. Maggian è difeso dall’avvocato veneziano Carraro, mentre Chenet ha scelto il bellunese Triolo. Nella udienza di ieri, c’è stata qualche schermaglia iniziale, che ha convinto il giudice Scolozzi ad acquisire il rapporto dei vigili del fuoco del distaccamento di Agordo, che quel giorno erano intervenuti per domare le fiamme e bonificare i locali.

Sottovoce si è parlato anche di una trave di legno, che avrebbe favorito il propagarsi dell’incendio. Da capire con maggiore precisione chi aveva deciso di sistemarla proprio in quella posizione, a pochi centimetri da questa pericolosa canna fumaria.

Il pubblico ministero Pesco ha prodotto la propria lista di testimoni e lo stesso hanno fatto i difensori degli imputati. A quel punto, il giudice ha ammesso le prove e fissato per cominciare la loro assunzione l’udienza del 24 giugno, alle 9.30. Seguiranno altri appuntamenti in tribunale, fino alla discussione e alla sentenza di primo grado.

 

Fonte: Il Corriere delle Alpi

Potrebbe piacerti anche
Incendio causato dalla canna fumaria. I danni li paga il proprietario
Dosatore polifosfati, quando è obbligatorio.
Canna fumaria sul muro perimetrale: no al consenso del condominio
Distanza canna fumaria pericolosa

Leave a Reply

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.